La START Plus

La START Plus Scarl è una società  consortile costituitasi il 20/05/2007 ai sensi della L.R. 45/1998. È una società a capitale misto (pubblico e privato) in cui il socio pubblico di maggioranza è la START S.p.A. (84% delle quote sociali), mentre il restante 16% appartiene al socio privato APR Scarl.

La START Plus Scarl è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da 5 membri: il Presidente, 3 consiglieri in rappresentanza della Start S.p.A. e il VicePresidente in rappresentanza dell’APR scarl.

La direzione tecnica è affidata al Direttore Tecnico unitario.

I contratti

Successivamente alla costituzione della START Plus, così come prevedevano gli atti della Giunta Regionale delle Marche n° 1312 del 3/11/05 e quelli del Consiglio Provinciale di Ascoli Piceno n ° 168 del 20/12/05, gli enti locali, ciascuno con la propria competenza, hanno proceduto ad affidare il servizio TPL – Trasporto Pubblico Locale – alla START Plus attraverso la stipula di appositi contratti di servizio aventi durata sei anni. All’uopo sono stati sottoscritti i seguenti contratti:

  • Regione Marche (Servizio extraurbano);
  • Comune di Ascoli Piceno (Servizio urbano);
  • Comune di San Benedetto del Tronto (Servizio urbano).

I nostri numeri

2

MILIONI

KM URBANI PERCORSI

5

MILIONI

KM EXTRAURBANI PERCORSI

35

BUS

A GAS NATURALE

Start plus e l'ambiente

Start Plus è particolarmente attenta alla tutela dell’ambiente; a tal fine le società facenti parte di Start Plus sono invitate ad acquistare esclusivamente autobus a basso impatto ambientale, Euro 6, Metano o Ibrido. In particolare ha presentato a dicembre 2019 il nuovo autobus ibrido che circolerà per le vie di San Benedetto del Tronto. Il veicolo è dotato di …

Il bus è lungo 12 metri, ha 96 posti totali di cui 25 a sedere. Questo nuovo mezzo è a propulsione ibrida, ciò significa che il movimento è sempre realizzato tramite un motore elettrico che in alcune fasi opera in full electric in altre è alimentato dal motore termico euro 6 di nuova generazione presente a bordo del mezzo.

Questo nuovo mezzo ibrido, quindi, garantisce riduzioni del 30% per chilometro delle emissioni di CO2 e riduzione dei consumi fino al 40% in condizioni di traffico intenso cittadino. L’illuminazione a led contribuisce a ridurre i consumi rispetto all’illuminazione tradizionale.

Il bus è poi dotato di pianale ribassato, pedana per l’accesso delle persone in carrozzella, 3 porte (di cui 2 scorrevoli), impianto di climatizzazione, illuminazione a led all’interno e all’esterno del bus, telecamere per la videosorveglianza a bordo e conta passeggeri.